La Battaglia è vinta. La “condotta agraria” di Salemi resterà nel paese che fu la prima capitale del Bel Paese. Gli effetti della spending rewiew stanno portando alla chiusura delle decine di condotte e di SOAT in tutta la regione che dal primo Gennaio prossimo diventeranno “Uffici intercomunali per l’agricoltura”.

L’ufficio di Salemi doveva essere tra questi accorpato con la SOAT di Gibellina che avrebbe coperto buona parte della Valle Belicina. Un grosso danno di conseguenza a tutta l’economia locale e in primis alle oltre 5000 mila ditte del settore che hanno nell’ufficio di Salemi il loro punto di rappresentanza e ascolto.

Tutto all’inizio nacque a causa di alcuni problemi legati ai locali da utilizzare come sede. Nello scorso mese d’Ottobre infatti, dopo aver trovato nuovi locali per la sede, la possibilità di soppressione dell’ente di Salemi sembrò sfumare. Successivamente tutto fu rimesso in discussione con la notizia dalla Regione che anche il centro di Salemi sarebbe stato chiuso.

baldo-gucciardi

Questa notizia ha immediatamente provocato lo sgomento di tutto il mondo agricolo e istituzionale salemitano che si sono immediatamente mossi a difesa di questo bene prezioso per l’economia e la società Salemitana.

In prima fila insieme ai piccoli e medi agricoltori, che sono la spina dorsale di questa battaglia, si è schierato il Partito Democratico che da subito si è adoperato in tutte le forme democratiche e a tutti i livelli del proprio organigramma per impedire questo scippo. In primo luogo con il Deputato Regionale e capogruppo Pd all’Ars Baldo Gucciardi che ha iniziato una dura battaglia dall’interno delle istituzioni nel tentativo di convincere, dati alla mano, il governo regionale e sopratutto l’assessorato all’agricoltura guidato dall Dott. Cartabellotta di come una decisione di questo tipo fosse errate per l’economia locale. Insieme a questo lavoro politico-istituzionale, compiuto da Gucciardi, fondamentale crediamo sia stato il lavoro svolto direttamente dal partito locale guidato dal giovanissimo segretario comunale Giuseppe Vultaggio: dopo aver ascoltato i dirigenti e la base del partito locale, ha iniziato questa battaglia nelle sedi opportune portando all’attenzione del commissario comunale e degli organi competenti soluzioni alternative al problema per evitare la chiusura dell’ufficio.

Oggi 11 Dicembre gli sforzi e la lotta portata avanti da tutta la comunità Salemitana sono state ricompensate.

Dopo le notizie circolate nei giorni scorsi – comunica Venuti – circa l’imminente trasferimento degli uffici della “condotta agraria” di Salemi a Gibellina, qualche minuto fa ho appreso con enorme piacere che l’Assessore Regionale all’Agricoltura Dario Cartabellotta ha comunicato all’On Baldo Gucciardi, interessato della vicenda dal PD di Salemi, la decisione di mantenere l’ufficio di Salemi. Una decisione vitale – conclude Venuti – per le tante aziende di un comune prevalentemente agricolo come il nostro.

Infatti è notizia di oggi che l’assessorato regionale ha ufficialmente confermato che l’ufficio per la condotta Agraria resterà a Salemi. Questo ci dimostra, sopratutto in questi giorni di manifestazioni in piazza contro tutto e tutti che sembrano fini a se stesso, come la sinergia tra cittadini, forze economico-sociali, partitiche e istituzionali, se unite in modo civile e democratico, possono ottenere risultati per la collettività e per l’economia-sociale di un territorio.

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: