Non sempre lo sport unisce. E il caso successo a Salemi ne è un esempio.

Come ogni l’anno l’associazione socio culturale Giovani di Salemi ha organizzato alcuni tornei sportivi sul sagrato dell’ex chiesa madre dietro autorizzazione dell’Arciprete Don Filippo Romano, unico incarico dal Vescovo a concedere autorizzazioni per usufruire dello spazio sopra citato.

Dopo aver organizzato nel mese di Luglio il 3° torneo di Calcio Tennis, l’associazione giovanile ha proposto per il mese di Agosto il 1° torneo di basket 3vs3. Stabilita la data del 4 agosto come inizio, sono iniziati i preparativi per allestire il campo di gioco. Posto il canestro sul sagrato è scoppiata la polemica.

Tutto parte da un post pubblicato su Facebook dall’addetto stampa di Vittorio Sgarbi in cui attaccava l’amministrazione per aver date l’autorizzazione all’installazione di un canestro nella piazza più bella della città, patrimonio dell’Unesco e una delle più belle d’Europa. Il mendace attacco però non ha ricevuto il supporto dai veri rappresentanti del PDR a livello comunale quali Giuseppe Loiacono e Costantino Cipri. Raggiunti telefonicamente, dopo aver dimostrato un primo dissenso, hanno ufficializzato il tutto nella sera con un commento a firma del capogruppo PDR al consiglio Loiacono nel post stesso.

L’indomani la notizia approda anche sul Giornale di Sicilia dove la giornalista Marchese è riuscita a contattare i diretti interessati (il presidente dell’associazione giovanile e il capogruppo PDR). Pieno sostegno ancora una volta per l’idea momentanea dell’installazione, in pieno dissenso con la provocazione dell’addetto stampa. Nel pomeriggio il caso diventa parecchio sociale e saranno numerose le condivisioni di sostegno all’associazione Giovani di Salemi: nella giornata di martedì il caso diventa nazionale quando addirittura la Cestista professionista dell’Ac Nora pubblica una foto su Facebook raggiungendo i 6.000 mi piace.

1609754_722320787804956_4456104500391264809_n

 

La polemica però non si placa. Raggiunto il sacerdote, fa sapere di essere “libero di decidere a casa propria”. Chiede inoltre dov’erano tutti questi paladini quando quella chiesa fu buttata ingiustamente giù. Nel frattempo in data odierna Loiacono risponde anche sul Giornale di Sicilia e in serata ancora una volta l’addetto stampa risponde con un nuovo comunicato, questa volta firmandosi come membro costituente del PDR “nazionale” in cui richiama ancora all’ordine il consigliere Loiacono. E qui arriva la prima clamorosa decisione: Loiacono dopo pochi minuti risponde ancora una volta commentando il post con le motivazioni per cui l’hanno spinto a Maggio a sposare il progetto e stasera ad abbandonarlo.

Sono entrato nel Pdr perché avevo un sogno, volevo poter dare il mio contributo per il bene di Salemi insieme a un gruppo di persone che credevo coerenti e rispettose delle idee degli altri. Far parte di un partito non significa essere costretti a un appiattimento di idee e a una omologazione acritica ai dettami provenienti dall’ alto. Significa piuttosto poter esprimere le proprie opinioni secondo i principi base della democrazia ed essere liberi di poter esprimere le proprie idee senza per questo sentirsi ripetutamente offesi e umiliati. Sono certo che l’atteggiamento giusto da seguire, nella politica come nella vita, sia quello della mediazione costruttiva e del dialogo, nel pieno rispetto di tutte le parti a confronto. Mi pare però di capire che il gruppo a cui appartengo non condivide il mio approccio e in particolare il consigliere Costantino Cipri che, dopo aver dimostrato in un primo momento solidarietà alle mie tesi condividendo in pieno la dichiarazione di oggi pubblicata sul gds, pare abbia improvvisamente cambiato posizione dicendosi contrario ad appoggiarle. Solo gli stupidi non cambiano idea, è vero. In questo caso però una maggiore coerenza sarebbe stata gradita, soprattutto agli occhi di chi ha riposto in noi la propria fiducia. Date queste premesse, mi vedo costretto a uscire dal Pdr. Continuerò da solo la mia battaglia all’opposizione, con l’onestà di sempre. Buon lavoro a tutti.

Giuseppe Loiacono

Seguiranno sicuramente ulteriori risvolti, l’Associazione Giovani di Salemi si rende estranea a qualsiasi discussione politica, anche se ne viene buttata dentro per via della sterile (almeno per i giovani) provocazione dell’addetto stampa di Vittorio Sgarbi. Fa sapere, per mezzo di un associato, di non voler assolutamente essere mezzo di strumentalizzazione da parte di chi oggi si alza a protettore dei beni culturali e fino a qualche anno fa era il primo a non tenerne conto. “Siamo da tempo bersaglio di invidiosi, di gente che da anni non può più calcare il sagrato per le proprie manifestazioni. Noi, come sempre continueremo a fare qualcosa per i giovani come noi e riporteremo tutto come era prima e forse anche meglio. Questo è sempre stato il nostro campo. Da anni facciamo schifo sul sagrato, organizziamo tornei osceni e qualcuno se ne sta accorgendo solo ora. Dov’era quando anche i suoi amici organizzavano cene private dentro il castello, montavano oscene ed abusive strutture sotto la statua di San Nicola o lasciava per mesi e mesi il palco montato sul sagrato con chiodi che uscivano di fuori, col striscione strappato e i pannelli spaccati oltre alla struttura esterna completamente inguardabile? Fare opposizione è la cosa più semplice che si possa fare in politica, strumentalizzare i giovani per arrivare ad alcune conclusioni invece è la cosa più meschina che chiunque possa fare, compreso l’interessato. Ringraziamo comunque il Consigliere Loiacono per essersi schierato dalla nostra parte. Sappiamo lui non voglia essere il punto di riferimento per i giovani, accaparrandosi la nostra simpatia. Speriamo possa fin da subito continuare a lavorare per il bene del paese, al di là di chi rappresenterà in consiglio.”

Francesco Russo

Fondatore e ideatore del blog, amante della musica e appassionato di sport a tutto tondo. Tifoso Milanista, segue il Trapani Basket e ama sfidare gli amici a Fifa 15. Il suo motto è: istruire per crescere!

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: