Ancora disagi per i cittadini a causa del malfunzionamento dell’impianto dell’illuminazione pubblica. Al buio pesto che da più di sei mesi interessa il gran numero delle contrade della periferia di Salemi, quali Pusillesi, Filci, San Ciro e Ulmi, oltre la via Tiziano, si accompagna il black out nelle arterie principali della città. Prive di luce da tre giorni le vie Parroco Favara, Da Vinci e la via Lo Presti, mentre da oltre un mese la via Sant’Antonicchio, Padre Damiani e il senso in discesa del cavalcavia della ss 188 dove si registra una luce a singhiozzo.

La Gemmo, vincitrice della gara Consip che a partire dal 1 dicembre 2013 si fa carico della manutenzione ordinaria straordinaria e fornitura di energia elettrica in città assicura che già da oggi verrà ripristinata l’illuminazione in molte vie in cui siano presenti dei problemi di facile risoluzione. I tecnici della Gemmo, intanto, denunciano a Salemi il più grande furto degli orologi negli impianti, attribuibile ad un collezionista o a chi vuole creare disagi ai residenti e alla società.

Astrusa la risoluzione dei guasti nelle periferie dove l’entità del problema è da ascrivere agli interventi a carattere straordinario che non rientrano nel budget dei 621 mila euro annui destinati dal comune di Salemi alla società. In questi casi la ditta, per i 9 anni d’appalto secondo convenzione, invia all’ufficio tecnico comunale i preventivi di spesa per gli interventi che a causa della mancanza di fondi nelle casse comunali saranno attuati a data da destinarsi.

 Agostina Marchese – Giornale di Sicilia (*AGO*)

Studente universitario. Motto: "dipenderai meno dal futuro se avrai in pugno il presente".

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: