Elogiata come una delle solenne processioni più belle d’Italia, quella dell’Immacolata rappresenta da sempre la festa più amata dai cittadini salemitani nonostante la differenza di soli due giorni dal protettore San Nicola.

E quest’anno, tanto per mantenere la tradizione, la processione è stata risultata più popolata rispetto quella del 6 Dicembre. A sottolineare la passione dei propri fedeli ci ha pensato poi l’arciprete Saladino. Esattamente  dopo 48 anni dal terremoto, e quindi dall’inagibilità e distruzione dell’ormai ex chiesa madre, l’Immacolata ha fatto ritorno nella sua reale casa.

Prima di chiudere la solenne processione col toccante ingresso della Madonna nella chiesa madre odierna, i fedeli l’hanno accompagnata sul sagrato dell’ex chiesa madre di Salemi distrutta dal terremoto. Li l’arciprete Saladino ha spiegato il momento e subito dopo è partito un grosso e sentito applauso da parte di tutti gli intervenuti.


Stupore ma sopratutto commozione per i cittadini di Salemi che hanno avuto anche la possibilità di gustarsi, in Piazza Alicia, i giochi d’artificio sparati proprio dalla torre che padroneggia la piazza. Il nuovo arciprete di Salemi ha voluto così interpretare la festa raccogliendo il consenso di tutta la cittadinanza che ha apprezzato ed elogiato la nobile scelta di ritornare al passato toccando il cuore dei propri fedeli.

Una piccola curiosità: l’Immacolata dopo il terremoto venne trasferita a Sant’Antonino in piazza Libertà ma si racconta che a termine della processione di tanti anni fa la Madonna fece ingresso rivolta verso la chiesa e non come di consueto verso i propri fedeli. Fu così che la stessa venne sottratta dalla chiesa di Sant’Antonino e portata nell’attuale Chiesa Madre come se fosse una punizione: è norma infatti far ritornare le statue in processione proprio rivolte verso i fedeli e mai rivolte verso l’altare della chiesa.
Francesco Russo

(Scatti fotografici a cura di Roberto Aloisi)

Profilo della Redazione. Con questo account verranno pubblicati i comunicati stampa, le notizie riportate da altri siti ed altro materiale generico.

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: