Sabato 25 Marzo 2017 alle ore 17:00, presso i locali del Circolo Culturale “Giuseppe e Pietro Pedone”, in via Antonino Lo Presti a Salemi, si terrà il primo incontro della rassegna “Leggo anch’io. No tu no”, organizzata dall’Associazione Socio-Culturale “Peppino Impastato”, in collaborazione con Navarra Editore e curata dal professore Camillo Spisso. La rassegna nasce con l’obiettivo di creare e connettere una comunità che vuole trovare uno spazio comune dove vivere intense emozioni. Perché leggere è e deve essere emozionarsi. Riflettendo. Ridendo. Sbadigliando. Sognando. Piangendo. Viaggiando. Indignandosi. Lamentandosi. Svegliandosi. Alzandosi o coricandosi. Ha poca importanza. Leggere è vivere. E vivere ha migliaia di sfumature.
Chi avrà voglia di osservarle, esplorarle e condividerle sarà il benvenuto, dicono gli organizzatori, ma se fate parte della schiera di quelli che “io leggo solo alta letteratura e tutto il resto è spazzatura” , gli stessi vi consigliamo di cambiare aria, perché ogni libro ha ragion d’esistere, tranne uno: quello che nega gli altri, quello che ha la ricetta perfetta, quello che si reputa superiore agli altri. 

Nel corso degli appuntamenti i partecipanti viaggeranno attraverso le infinite forme del dispiegarsi della parola nella narrativa, nella poesia, nella saggistica, nella canzone, con un’unica destinazione: trasformare l’intero globo terraqueo in un Paese. Quello ideale. Il nostro. Saranno affrontate trasversalmente le opere degli autori classici e contemporanei attraverso modalità multiforme:

lectio magistralis, reading, incontri con l’autore, presentazioni, letture collettive, drammatizzazioni.
Si parlerà del tema della scelta che lega la vita e le opere di due autori: Luis Sepùlveda e Alessandro Gallo.

Il primo scrittore merita aggettivi da superlativo assoluto derivante da scelte sempre coerenti ed estremamente coraggiose sia in letteratura che in politica. Autore poliedrico e fuori dagli schemi ha conquistato il pubblico e la critica con la sua sottile ironia e la sua scrittura mai banale e da sempre legata senza fronzoli all’oggetto in questione. Della sua opera si esamineranno due personaggi: un vecchio, che ha scelto la lettura come strumento di connessione al resto del mondo dal momento che viveva isolato in un paesino ai confini della foresta amazzonica, e un killer quarantaduenne che in una settimana scopre di aver commesso un terribile errore avendo scelto di avere un storia sentimentale stabile con una ventiquattrenne.

Il secondo scrittore, Alessandro Gallo, è un giovane autore classe 1986 che ha deciso di combattere la camorra con la cultura attraverso il teatro e la letteratura. Attraverso l’incontro con l’autore e il suo editore, Ottavio Navarra, esploreremo il suo ultimo libro “Tutta un’altra storia”. Nel romanzo tre adolescenti in un quartiere periferico di Napoli decidono di scegliere tutta un’altra via a quella segnata dalla criminalità organizzata: fare teatro a tutti costi.  

Profilo della Redazione. Con questo account verranno pubblicati i comunicati stampa, le notizie riportate da altri siti ed altro materiale generico.

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: