Inizia con una sconfitta il campionato del Salemi Calcio. Una sconfitta che sa di amaro per come si è consumata. Una partita che non ha mai avuto un padrone ma che ha visto prevalere di poco nel gioco i giallorossi. Alla poca concretezza però si è aggiunta anche una conduzione arbitrale in certi momenti non all’altezza della categoria: ma in questi campionati è un dato di fatto.

Partenza a rilento per entrambe le compagini, il vantaggio ospite arriva grazie ad un guizzo di Giarrana che raccoglie in scivolata un traversone debole lasciato scorrere dall’estremo difensore di casa Parisi. Poco prima dal dischetto, sempre per un’ingenuità del giovane portiere, Lo Curto calcia un pessimo rigore un metro sopra la traversa. Dall’altra parte Cangemi per due volte si intestardisce e calcia dalla distanza con pochissima forza.

Durante l’intervallo mister Putaggio si fa sentire con i suoi e ne determina maggiore grinta in campo. Il Salemi parte bene ed agguanta il pareggio con Stella in seguito ad un cross su palla inattiva. Poi ancora una volta il giovane Parisi, completamente fuori partita, su un calcio d’angolo rimette debolmente svirgolando di pugni su Giarrana e la palla entra in rete: doppietta per il “piccoletto” del Ravenusa. Fino al termine della gara il Salemi prova più volte a riagguantare il pareggio ma il Ravenusa conquista i primi 3 punti in palio che, per quanto visto in campo, saranno oro a fine campionato. Per il Salemi un grande rammarico che, dal suo canto per la rosa a disposizione, potrebbe pesare tantissimo.

Manca un centrocampista, un centrale ed una punta. Per la punta il tutto si risolverà ad Ottobre col ritorno del bomber Calia, nel settore centrale e in quello arretrato del campo invece le assenze potranno pesare nel tempo. Strano vedere gente come l’ex capitano Giglio in tribuna, fresco di passaggio in Prima Categoria col Gibellina: strano perché in questa rosa continuerebbe ad essere il numero 1. Una rosa che, però, se continuasse a lavorare al servizio dell’ottimo tecnico Putaggio potrebbe davvero uscire qualità finora non viste: il mister ha infatti a disposizione diversi giovani che hanno bisogno di giocare per maturare e per avere fiducia nei propri mezzi. Non tutto è perso, il tempo darà delle risposte. Al momento però c’è tanto lavoro davanti.

 

Francesco Russo

Profilo della Redazione. Con questo account verranno pubblicati i comunicati stampa, le notizie riportate da altri siti ed altro materiale generico.

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: