PALERMO – Si è svolto oggi il Consiglio del Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza presso l’Aula Magna.
Il punto più importante all’Ordine del Giorno è stata la nota del Pro Rettore Vicario sulle precedenti Modifiche al Regolamento dell’esame di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza .

giurisprudenza_palermo-1
Infatti allo scorso consiglio di novembre, all’unanimità si era respinta la proposta di modifica trasmesse dal Pro Rettore Vicario riguardo: l’eliminazione della possibilità di scelta tra la media aritmetica e quella ponderata mantenendo solo quest’ultima come criterio di calcolo esclusivo e l’ eliminazione della possibilità di rimuovere dal piano di studi la materia con il voto più basso ai fini del calcolo della media.
Su tali punti è arrivato al Consiglio di oggi, la nota del pro rettore Vicario in cui invitava nuovamente il Consiglio di Corso di Laurea ad adeguarsi al FORMAT approvato dal Senato Accademico in data 6 novembre 2012 in cui venivano tolte queste possibilità (scelta della media aritmetica se favorevole allo studente, e l’esclusione del voto più basso).

foro

Su tale delibera del Senato Accademico esprimiamo tutto il nostro rammarico e la nostra delusione scoprendo dai verbali che è stata votata all’UNANIMITA’ con il consenso anche dei vecchi Senatori Accademici in quota Studenti.
Una rappresentanza studentesca forse distratta, forse impreparata, forse incompetente ma che speriamo non in mala fede, non ha ottemperato all’interesse degli studenti che ora per la loro negligenza o forse colpa mettono a rischio quei pochi vantaggi che gli studenti avevano in seno alla determinazione del voto di laurea.

Tuttavia l’intera rappresentanza studentesca  del  Consiglio di Corso di Laurea, grazie anche alla disponibilità del Coordinatore, prof. Enrico Camilleri ha ottenuto il rinvio del suddetto punto all’ odg al prossimo Consiglio di gennaio, nella speranza di trovare vie di uscita migliori per gli studenti, che ad oggi pare molto difficile nell’immediato perché il non adeguamento a tale FORMAT entro i termini previsti può comportare il non accreditamento del Corso di Laurea.

Vista l’urgenza della situazione nel pomeriggio una delegazione dei Consiglieri di Corso di Laurea di cui abbiamo fatto parte anche noi, insieme ai quattro rappresentanti degli studenti in seno al Senato Accademico, si è recata al Palazzo Steri per parlare con il Pro Rettore Vicario prof. Vito Ferro per rappresentare le istanze degli studenti.
L’incontro ha lasciato delusi i presenti in quanto è stato ribadito che nell’imminente anche il nostro Corso di Laurea dovrà adeguarsi alla delibera senatoriale in questione.

Tuttavia gli attuali rappresentanti in Senato, che ringraziamo per la loro disponibilità essendo accorsi subito per darci una mano in questa situazione, tenteranno in tutti modi di far ritornare indietro il Senato sul punto entro la sessione di Laurea di giugno a partire dal quale entrerebbe in vigore il nuovo Regolamento di Laurea.
Nell’attesa e sperando in un buon esito, ci teniamo a “ringraziare” i vecchi rappresentanti in Senato per il bel regalo di Natale che ci hanno fatto.

I consiglieri di Corso di Laurea dell’Associazione “Foro di Giurisprudenza”
Pietro Crimi
Salvatore Di Lisi

 

Studente universitario. Motto: "dipenderai meno dal futuro se avrai in pugno il presente".

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: