E’ nato a Gibellina il Movimento Socialista “L’isola che non c’è” che si rifà espressamente ai principi del Partito Socialista Italiano. Il movimento condivide le parole di Sandro Pertini : “Se non volete, che la vostra vita scorra monotona, grigia e vuota, fate che essa sia illuminata dalla luce di una grande e nobile idea”.

In un momento in cui la politica è delegittimata e i partiti sono in crisi d’identità crediamo che il Partito Socialista, nel panorama politico italiano, costituisca una speranza per il rinnovamento e la modernizzazione del Paese, contro ogni forma di conservazione politica, economica e culturale. Una forza politica rivolta a valorizzare i meriti e a rispondere ai bisogni individuali e collettivi.

Crediamo che il socialismo democratico sia oggi di attualità per saldare le attese delle vecchie e nuove generazioni, per dare un contributo a una moderna società della conoscenza, per riaffermare, insieme alla battaglia per nuovi diritti, l’etica dei doveri e della responsabilità, per contrastare l’arretramento dei diritti civili.

La politica, tanto denigrata, è una vocazione altissima, è una delle forme più preziose della carità, perché cerca il bene comune”, ha scritto Papa Francesco. “Non possiamo più confidare nelle forze cieche e nella mano invisibile del mercato”, l’attuale sistema economico è “ingiusto alla radice”. “Questa economia uccide”, fa prevalere la “legge del più forte, dove il potente mangia il più debole”. La cultura dello “scarto” ha creato “qualcosa di nuovo”, “gli happy wheels demo esclusi non sono ‘sfruttati’ ma rifiuti, ‘avanzi'”. C’è la “nuova tirannia invisibile, a volte virtuale”, di un “mercato divinizzato” dove regnano “speculazione finanziaria”, “corruzione ramificata”, “evasione fiscale egoista”.

La crescita in equità esige qualcosa di più come vocazione prevalente, quella di puntare, in via prioritaria, sullo sviluppo delle attività turistiche e culturali e sul risanamento, la valorizzazione e la riqualificazione dell’ambiente. Poiché le principali “materie prime” del nostro Paese e di Gibellina in particolare sono, senza alcun dubbio, le straordinarie bellezze naturali e gli ineguagliabili beni culturali, questa scelta politica è in grado di determinare prospettive di sviluppo economico e opportunità di nuova occupazione, cercando di fronteggiare così, con efficacia, l’attuale vera emergenza del Paese: il lavoro.

Il nostro movimento è nato, non solo per chi si rifà agli ideali del Partito Socialista, ma è aperto a tutti, giovani e donne in particolare, le categorie più deboli ma in realtà le più forti per idee e innovazione.

Crediamo che solo con un popolo che si organizza sia possibile cambiare questa terra con la consapevolezza che occorre mobilitarci per intraprendere scelte importanti per noi, per il nostro FUTURO.

Il nostro intendimento è quello di occuparci con idee e proposte concrete della realtà gibellinese. Siamo aperti ad ogni confronto purché costruttivo per affrontare le emergenze della nostra comunità.

“Chi cammina talvolta cade. Solo chi sta seduto non cade mai.” (Sandro Pertini)
Chi vuole aderire al movimento può rivolgersi a: 3384656063

Profilo della Redazione. Con questo account verranno pubblicati i comunicati stampa, le notizie riportate da altri siti ed altro materiale generico.

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: