Un dottore della legge si alzò per metterlo alla prova: Maestro, che devo fare per governare a GeruSalemi? Pinù gli disse: Che cosa sta scritto nella Legge? Che cosa vi leggi? Costui rispose: Amerai Pinù o chi per lui con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutte le tue risorse, farai miracoli ed in cambio farai votare il prossimo tuo per te stesso o anche per un fesso. E Pinù disse: Hai risposto bene, fai questo e diverrai consigliere comunale. Ma quegli, volendo giustificarsi, disse a Pinù: E chi è il mio prossimo? Pinù riprese: Un ragazzo si era diplomato fisioterapista e, non essendo riuscito a trovare lavoro, scendeva triste e desolato dal S. Padre verso pisciapolli per lavorare nei campi. Per caso Crimi scendeva per quella medesima strada e quando lo vide gli fece involontariamente il saluto romano e passò oltre dall’altra parte. Anche Gucciardi, trovandosi a Salemi per sbaglio, quando lo vide gli disse che poteva dargli solo un passaggio per Alcamo e passò oltre. Invece io, avvertito della situazione del ragazzo dai miei informatori del quartiere e dei bar, feci finta di passargli accanto per caso e ne ebbi compassione e gli dissi: In verità ti dico, se vuoi da domani potrai lavorare nelle mie cliniche ma in cambio ti chiedo delle bazzecole. Dovrai votare eternamente per chi voglio io, anche alle elezioni del regno dei cieli, tu e tutta la tua famiglia! Il ragazzo non capì e Pinù continuò dicendo: Ad esempio se si candida un tuo parente, una persona che stimi o che ti piace ed io devo fare consigliere Pinco pallino tu devi difendere pubblicamente, votare e fare votare Pinco pallino, ripeto tu e tutta la tua famiglia! Il ragazzo rispose: A me la politica non interessa, a me piace il calcio e la formula uno, sia fatta la tua volontà. Caro discepolo hai capito chi è stato il mio prossimo? Quegli rispose: Il fisioterapista; ed anch’io, come quel ragazzo, voterò con tutta la mia famiglia eternamente per chi vuoi tu. Pinù gli disse: Va e anche tu farai con la forza di Cuffaro, gli stessi miracoli in mio nome e diverrai consigliere comunale. Io devo cercare Sgarbi, l’angelo venuto dal cielo che si troverà sicuramente o con la Maddalena o con le pie donne. Parola di Andreotti. Amen.

SERGIO GRIMALDI – Bacheca Facebook

Profilo della Redazione. Con questo account verranno pubblicati i comunicati stampa, le notizie riportate da altri siti ed altro materiale generico.

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: