Il comandante della stazione dei  carabinieri di Salemi, luogotenente Giovanni Teri, ha escluso  contatti tra Giuseppe Giammarinaro ed esponenti di Cosa Nostra.  Lo ha fatto deponendo dinanzi ai giudici del Tribunale di  Trapani dove è in corso un procedimento di prevenzione a carico  dell’ex deputato regionale democristiano.

Il sottufficiale ha  altresì escluso che Giammarinaro partecipasse alle riunioni  della giunta guidata da Vittorio Sgarbi. Era stato l’ex  assessore Oliviero Toscani a riferire ai magistrati della  Procura antimafia di Palermo della partecipazione, senza alcun  titolo, di Giammarinaro alle riunioni di giunta.  Sgarbi, recentemente, ha affermato che il luogotenente Teri,  autore di un’informativa che ha poi portato al sequestro dei  beni a Giammarinaro, era in buoni rapporti di amicizia con  l’esponente politico, al punto che i due hanno condiviso pure  alcune cene.

A tal proposito, il delegato regionale del “Cobar  Sicilia”, Salvatore Luna – presente oggi in Tribunale per  testimoniare “vicinanza” al sottufficiale – ha detto che il  comandante della Stazione frequentava Giammarinaro “solo per  ragioni istituzionali”.

 

[via]

Profilo della Redazione. Con questo account verranno pubblicati i comunicati stampa, le notizie riportate da altri siti ed altro materiale generico.

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: