Nella pagina web e nel profilo facebook della Chiesa Madre circa un mese fa è stato pubblicato un dettagliato articolo sulla devozione salemitana all’Immacolata che ogni anno viene visibilmente manifestata nella festa dell’otto dicembre.

Non tutti però conosco sino in fondo la storia di questa festa, innanzitutto il contenuto della festa cioè la lunga e non facile storia del dogma dell’Immacolata e l’evoluzione della devozione salemitana come si è sviluppata sino ai nostri giorni.

yytyt

E’ evidente che la festa dell’Immacolata esprime e definisce in maniera intensa l’identità del salemitano, ogni anno infatti l’intera città si ritrova nella sua Chiesa Madre ai piedi del nobile e prezioso simulacro della Vergine Maria per rivivere gli intensi emozionanti momenti che vogliono manifestare esteriormente la nostra particolare devozione alla Vergine Immacolata, unica e irripetibile in tutta la Diocesi di Mazara e in tutta la provincia di Trapani.

Riportiamo il link alla pagina web della Chiesa Madre in cui sarà possibile consultare l’articolo: http://matricesalemi.blogspot.it/p/limmacolata-e-salemi.html

Oltre alla storia del dogma a cui, come non molti sanno, partecipò anche un nostro concittadino, Don Giuseppe Palermo, viene ricordato il contenuto di fede che in questa festa noi cristiani ricordiamo. La storia del culto salemitano alla Vergine Maria probabilmente cosi radicato sin da sempre per la presenza di forti culti pagani a divinità femminili; la storia in merito al prezioso simulacro, al suo arrivo a Salemi nella notte del 7 dicembre del 1740. La storia della Festa dell’Immacolata, come si è evoluta nel corso dei secoli, come ben pochi sanno l’attuale configurazione dei festeggiamenti viene ideata solo nel 1840 per volontà del sindaco Mistretta. Infine viene presentata una nota artistica sul simulacro dell’Immacolata e l’attuale situazione del culto. Sono allegate anche alcune immagini.

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: