InIntrappolata nella sua abitazione invasa da acqua e fango. Momenti di paura, a Salemi, per un’anziana donna, Antonia Peri di 82 anni che vive in un appartamento, al piano terra, di via Euripide. Il nubifragio che ha messo in ginocchio il comune belicino non ha risparmiato la casa della pensionata. I vigili del fuoco non potevano intervenire perché impegnati a fronteggiare altre emergenze. La donna era sola e in balia dell’acqua e del fango che si erano riversati in ogni stanza dell’immobile.
A soccorrerla e a metterla in salvo è stato il comandante della stazione dei carabinieri di Salemi, Calogero Salvaggio, con l’ausilio del suo vice, maresciallo Antonio Marino.
Quando i due sono entrati nell’appartamento allagato hanno trovato la donna in lacrime e in preda al panico. Una corsa contro il tempo perché quando l’operatore della sala operativa dei carabinieri di Mazara del Vallo aveva ricontatto Antonia Peri, per informarla che i soccorsi stavano arrivando e per tranquillizzarla, non aveva ottenuto alcuna risposta. Per un attimo,, pertanto, si era temuto il peggio. L’anziana, peraltro, abita nella zona più colpita dal nubifragio, quella dove insiste il campo sportivo San Giacomo. Qui la furia dell’acqua aveva fatto crollare il muro di recinzione alto dieci metri. Alla fine Antonia Peri è stata tirata fuori dai due carabinieri che dopo averla messa in salvo si sono prodigati, con mezzi di fortuna, per far defluire l’acquatrappolata nella sua abitazione invasa da acqua e fango. Momenti di paura, a Salemi, per un’anziana donna, Antonia Peri di 82 anni che vive in un appartamento, al piano terra, di via Euripide. Il nubifragio che ha messo in ginocchio il comune belicino non ha risparmiato la casa della pensionata. I vigili del fuoco non potevano intervenire perché impegnati a fronteggiare altre emergenze. La donna era sola e in balia dell’acqua e del fango che si erano riversati in ogni stanza dell’immobile.
A soccorrerla e a metterla in salvo è stato il comandante della stazione dei carabinieri di Salemi, Calogero Salvaggio, con l’ausilio del suo vice, maresciallo Antonio Marino.
Quando i due sono entrati nell’appartamento allagato hanno trovato la donna in lacrime e in preda al panico. Una corsa contro il tempo perché quando l’operatore della sala operativa dei carabinieri di Mazara del Vallo aveva ricontatto Antonia Peri, per informarla che i soccorsi stavano arrivando e per tranquillizzarla, non aveva ottenuto alcuna risposta. Per un attimo,, pertanto, si era temuto il peggio. L’anziana, peraltro, abita nella zona più colpita dal nubifragio, quella dove insiste il campo sportivo San Giacomo. Qui la furia dell’acqua aveva fatto crollare il muro di recinzione alto dieci metri. Alla fine Antonia Peri è stata tirata fuori dai due carabinieri che dopo averla messa in salvo si sono prodigati, con mezzi di fortuna, per far defluire l’acqua

Profilo della Redazione. Con questo account verranno pubblicati i comunicati stampa, le notizie riportate da altri siti ed altro materiale generico.

No Comments

You must be logged in to post a comment.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: